È arrivata l'estate in cucina!

La ricetta del Riso al forno con carote e taccole in salsa di albicocche e cipollotti

16 GIUGNO 2017,
Riso al forno con carote e taccole in salsa di albicocche in agrodolce e cipollotti
Riso al forno con carote e taccole in salsa di albicocche in agrodolce e cipollotti

Con la stagione dell’estate, secondo il movimento Yin-Yang, siamo al massimo dello Yang, cioè del caldo; l’estate corrisponde al movimento Fuoco. Tutto si esteriorizza al massimo e anche le energie del nostro corpo si portano in superficie: il sudore ne è la dimostrazione, poiché porta il Qi verso l’esterno. Con un'appropriata alimentazione dobbiamo aiutare questo movimento (esteriorizzazione) verso l’esterno, come si usa dire dobbiamo far galleggiare il Qi, e allo stesso tempo recuperare i liquidi che disperdiamo con la sudorazione.

Per queste azioni in estate è utile mangiare alimenti di sapore dolce e acido (l’associazione di questi due sapori genera i liquidi); da una parte il dolce esteriorizza (diaforetico), mentre la combinazione dolce (umidificante) e acido (trattiene) genera i liquidi. Anche il sapore piccante è diaforetico, produce sudorazione, secondo il mio punto di vista però in questo momento tende troppo a portare fuori liquidi, che come detto dobbiamo in parte trattenere, quindi eviterei l’assunzione eccessiva di piccante e comunque preferirei un piccante come il sedano a un eccessivo piccante come il peperoncino. Nella stagione calda quindi preferire sempre alimenti di nature fresca-fredda (frutta, verdura cruda, ecc…). Come sempre ricordiamo che nella stagione precedente c’è stato un organo che ha lavorato tanto, e che quindi occorre in questo momento sostenere; in primavera l’organo più attivo è stato il Fegato e il sapore che nutre la forma (xing) del Fegato è l’acido, quindi regoliamoci di conseguenza.

Riso al forno con carote e taccole in salsa di albicocche in agrodolce e cipollotti

Ho pensato di realizzare un primo piatto facile e anche da asporto, viste le giornate all’aria aperta che si stanno per organizzare. È un primo piatto glutenfree, dunque leggero e ben digeribile. Con pochi passaggi avrete un primo piatto delizioso e completo!

Ingredienti per 4 persone
180 gr di riso semi integrale biologico
30 gr di farina di ceci bio
2 carote
Una decina di taccole
5-6 di albicocche non mature
1 cucchiaio di zucchero di canna
1 cucchiaio di aceto di mele
Un po’ di pepe nero
Un cipollotto
Sale marino integrale
Olio extravergine di oliva

Mettere a lessare il riso in una pentola con acqua fredda a fiamma media. Cuocere e scolare non al dente. Far scolare bene. Pulire le carote e fare dei cubetti piccoli. Lavare le taccole ed eliminare le estremità. Tagliarle a rombetti piccoli aiutandosi con le forbici. Far cuocere carote e taccole insieme in una padellina con un poco di olio extravergine di oliva. Aggiungere un poco di acqua se necessario per favorire la cottura. Cuocere per circa 20 minuti. In una ciotola ampia versare 30 gr di farina di ceci con 60 gr di acqua e aggiungere carote e taccole. Salare senza esagerare in quanto la farina di ceci è già di suo salina. Mescolare bene. Versare in una piccola teglia da forno ricoperta con carta forno e leggermente unta con un po’ di olio di mais o girasoli. Versare il composto cercando di ottenere un’altezza di 3-4 cm. Infornare a forno già caldo a 200 gradi per 20 minuti. Il tutto deve essere compatto, ma non fare rosolare troppo la superficie in quanto si rischia di rende duri i chicchi di riso. Lavare le albicocche, eliminare il nocciolo e tagliare delle fettine sottili di mezzo cm. Far cuocere nella padellina con un poco di sale, pepe nero, un cucchiaio di zucchero di canna e un cucchiaio di aceto di mele. Far cuocere a fiamma medio alta per una decina di minuti fino a che si ottiene un po’ di salsina ricavata dalla polpa delle albicocche. Pulire il cipollotto ed eliminare le estremità, trattenere la parte verde che serve per decorare il piatto a mo' di erba cipollina. Affettare il cipollotto e far rosolare un pochino in una padellina con un po’ di olio extravergine e sale marino. Per l’impiattamento: ritagliare il riso appena sfornato a forma quadrata o aiutandosi con un bicchiere realizzare dei cilindri, adagiare una forma su ciascun piatto e poi accanto adagiare la salsa di albicocche in agrodolce e i cipollotti. Guarnire con i filamenti verdi di cipollotti.

Un piatto in completo equilibrio con la stagione, sapori dolci e acidi, ben equilibrati tra loro.

Secondo la Dietetica Tradizionale Cinese:
Riso semi integrale biologico: natura – neutra; sapore – dolce; tropismo organi – milza-pancreas, stomaco;
Farina di ceci: natura – neutra; sapore – dolce; tropismo organi – milza-pancreas, stomaco;
Carota: natura – neutra; sapore – dolce; tropismo organi – milza-pancreas, fegato, polmone;
Taccole: natura – neutra; sapore – dolce; tropismo grani – milza-pancreas, rene;
Albicocca: natura – neutra, un po’ tiepida; sapore – acido-aspro, dolce; tropismo organi – stomaco, polmone;
Cipollotti: natura – tiepida; sapore – dolce, piccante, un po’ acido; tropismo organi – stomaco, polmone;
Aceto di mele: natura – neutra; sapore – acido, un po’ piccante; tropismo organi – stomaco, fegato;
Zucchero di canna: natura – tiepida; sapore – dolce; tropismo organi – milza, stomaco, fegato;
Sale marino integrale: natura – fredda; sapore – salato; tropismo organi – stomaco, grosso intestino, piccolo intestino, rene;
Olio extravergine oliva: natura – neutra; sapore – dolce; tropismo organi – milza-pancreas, stomaco, fegato;
Pepe: natura – calda; sapore – piccante; tropismo organi – stomaco, grosso intestino.