Roberto Siconolfi
Collabora con WSI da febbraio 2020
Roberto Siconolfi

Roberto Siconolfi, classe ’83, campano. È laureato in Sociologia e attualmente scrive e collabora con diversi giornali, riviste e blog on line e cartacei (Oltre la Linea, Nazione Futura, EreticaMente, Stanza 101, Megachip, Axis Mundi, Sociologicamente, Weltanschauung Italia). È autore del saggio Il nuovo totalitarismo e la rivoluzione della coscienza (Milano, AGA Editrice, 2019).

La sua ricerca si fonda sulle connessioni tra i saperi di carattere “spirituale” e quelli di tipo “scientifico”, inteso nel senso corrente del termine. Il suo fine è la creazione di un paradigma conoscitivo “nuovo” che possa coniugare questi due approcci alla realtà, alla luce di “principî metafisici permanenti”, e che possa generare la formazione di comunità politiche basate su “equilibrio” e “bene comune”.

Portatore di questa attività “ideazionale” e “metapolitica” dovrà essere un “nuovo tipo umano”, embrione di una “nuova élite” e di una nuova umanità, nata dalle ceneri del decadente e autodistruttivo mondo occidentale.

La “nuova élite” sarà l’avanguardia spirituale, politica e culturale di una “nuova Europa” e del mondo occidentale più in generale. Questa dovrà dare profondità anche a tutto quel movimento politico-culturale definito “populista/sovranista”, il quale non va rigettato preventivamente ma sostenuto, criticato e sviluppato.

Roberto Siconolfi è appassionato di musica, e in particolare di “elettronica” – oltre al rock, alla classica e al jazz – della quale è stato un compositore amatoriale, come ancora oggi in alcuni ritagli di tempo.

Attualmente pratica discipline orientali.

Articoli di Roberto Siconolfi

Subscribe
Get updates on the Wall Street International Magazine