La Vetiveria zizanioides, pianta da cui si estrae la calda essenza di vetiver, cresce allo stato spontaneo lungo le rive dei fiumi dell’India settentrionale: proprio dalle sue radici sottili, allungate e ramificate - che nelle regioni di origine vengono intrecciate in cesti e stuoie che rallegrano la casa con il loro profumo aromatico e intenso - viene estratta la preziosa essenza per distillazione in corrente di vapore. Conosciuto in India come “olio della tranquillità”, l’olio di vetiver ha un colore intenso rosso-bruno, e risulta denso e vischioso. Utilizzata in virtù della sua gradevolezza per la realizzazione di profumi e prodotti cosmetici, questa essenza viene impiegata in aromaterapia soprattutto per le proprietà riequilibranti sull’umore e sulla psiche, in caso di tensioni, stress e ansie generalizzate.

Al femminile, per i momenti delicati

Per quanto sia utilizzato per prodotti cosmetici e profumi riservati all’universo maschile, il vetiver possiede un’azione stimolante sulle funzioni endocrine e può essere sfruttato anche al femminile: in caso di squilibri ormonali, per favorire il flusso mestruale quando scarso o assente, anche in fase pre-menopausale (massaggio concentrato sulla zona addominale e lombare). L’essenza, per la sua azione riequilibrante e stimolante, può risultare indicata, soprattutto se miscelata alla salvia sclarea, alla rosa e alla melissa, per contrastare i sintomi legati all’abbassamento del livello degli estrogeni conseguenti alla menopausa.

Nelle situazioni critiche

Il vetiver consente inoltre di superare con positività i momenti di cambiamento, come ad esempio un cambio di lavoro o un trasloco, allontanando i pensieri angoscianti e la stanchezza e consentendo di utilizzare al meglio le proprie risorse fisiche e psichiche.

Un goccio di estetica
Qualche goccia di vetiver mescolata a un olio o a una crema base favorisce la rigenerazione della pelle e dei tessuti. Nella donna può quindi contribuire a migliorare l’aspetto delle smagliature, che diventano meno evidenti, e a tonificare la zona del seno e del decolleté, mentre nell’uomo può essere utile per tonificare il giro vita e limitare l’eventuale produzione eccessiva di sebo.

Come utilizzarlo
Per il tono: 5-6 gocce di essenza direttamente nell’acqua tiepida del bagno.
Per il massaggio: diluire 2-4 gocce di olio essenziale in un cucchiaio di olio base, ad esempio di mandorle o di germe di grano.

Avvertenze La mancanza di conferme scientifiche che garantiscano la sicurezza per l’uso interno limita l’uso di questa essenza alla sola applicazione esterna, per frizioni, massaggi e diffusione.

Articolo tratto da L’altra Medicina Magazine, Viola edizioni