Bologna Children’s Book Fair

3 — 6 apr 2017 presso BolognaFiere a Bologna, Italia

25 MARZO 2017
Bologna Children’s Book Fair fair view
Bologna Children’s Book Fair fair view

Bologna Children’s Book Fair, dal 3 al 6 aprile 2017, arriva alla 54esima edizione confermandosi l’appuntamento internazionale più importante per coloro che si occupano di editoria per bambini e ragazzi. Momento imperdibile per lo scambio dei copyright, la Fiera rappresenta da sempre un’occasione per conoscere le ultime tendenze del settore, incontrare i maestri dell’illustrazione, gli autori del momento e i vincitori dei più prestigiosi premi internazionali. Oltre 20 mila metri quadrati, 1.200 espositori provenienti da oltre 75 Paesi del mondo, 26 mila professionisti del settore che raggiungono i padiglioni di BolognaFiere ogni anno G questi i numeri della scorsa edizione G per fare il punto sulle ultime tendenze editoriali e digitali, partecipare alle centinaia di workshop e conferenze proposti, visitare le mostre con il meglio dell’illustrazione internazionale. Numeri che confermano nel settore kids and young la leadership mondiale della Fiera bolognese, da oltre 50 anni capace di aggregare comunità internazionali differenti: Bologna Children’s Book Fair è un luogo unico, imprescindibile e internazionale.

In questa edizione, per la prima volta, Bologna Children’s Book Fair ha deciso di raccontarsi affidando la sfida a un illustratore emergente, guidato dallo studio di graphic design Chialab. L’artista che si è occupato di dare forma alla campagna 2017 è Daniele Castellano, selezionato per la Mostra Illustratori 2016. Illustratore inedito, Castellano ha avuto la possibilità, dopo la visibilità internazionale offerta dalla Fiera, di firmare un contratto ed occuparsi con Chialab del progetto d’identità visiva BCBF 2017. È nata così “The natural habitat for children’s content”, un’identità flessibile come un alfabeto, identitaria e icastica come un marchio, comunicativa come un’illustrazione, visibile come un’insegna, capace di raccontare storie come un romanzo. Questa opportunità di lavoro e visibilità per gli illustratori emergenti G selezionati per la Mostra G verrà riproposta anche in questa edizione, per la campagna 2018.

Ospiti d’Onore 2017 sono la Catalogna e le Isole Baleari. Un territorio con una lunga tradizione di case editrici specializzate in libri per bambini e ragazzi, una tradizione che risale al Quattrocento con le Publicacions de l’Abadia de Montserrat, la casa editrice più antica d’Europa. Nel corso dei secoli questa tradizione è sempre rimasta vitale e oggi il settore della letteratura per bambini e ragazzi e quello dell’illustrazione occupano posti di primo piano nello scenario culturale ed editoriale. Intitolato Sharing a Future: Books in Catalan in Bologna 2017 ed organizzato dall’Institut Ramon Llull con la collaborazione dei settori coinvolti, il programma delle iniziative porrà in risalto la qualità dell’illustrazione in Catalogna e nelle isole Baleari e la realtà del libro e della letteratura per bambini e ragazzi in lingua catalana.

La Mostra degli Illustratori, nata nel 1967 e diventata in pochi anni il concorso del settore più prestigioso al mondo, nel 2016 ha festeggiato il suo 50° compleanno. A gennaio nei padiglioni di BolognaFiere un’autorevole giuria internazionale ha selezionato gli artisti che saranno protagonisti della Mostra 2017. Sono 75 talenti, editi ed inediti, provenienti da 26 Paesi, rappresentativi di culture, sensibilità e stili diversissimi. Le loro tavole G 375 per l’esattezza G daranno vita alla Mostra Illustratori durante la Fiera e verranno pubblicate nell’Annual Illustratori, catalogo della Mostra edito da Corraini Edizioni e collettore delle nuove tendenze dell'illustrazione mondiale. Ad accompagnare la Mostra Illustratori saranno le personali di Juan Palomino, vincitore del Premio Internazionale d’Illustrazione Bologna Children’s Book Fair– Fundación SM 2016 e del Premio Andersen 2016 Rotraut Susanne Berner. E ancora “Pop\up show: la magia dentro i libri” (PopGup show: the magic inside of books), la mostra di albi 3d che racconta, attraverso le pagine esposte, i cambiamenti, l’evoluzione delle costruzioni tridimensionali nel tempo, e le innovazioni che hanno reso sempre più complesse e affascinanti queste sculture di carta.